Next work: La Ronda dei carcerati, 1890, by Van Gogh

La Ronda dei carcerati, 1890
oil on canvas, cm. 80 x 64

Nel carcerato in primo piano, che guarda angosciato lo spettatore, è stato riconosciuto un autoritratto di Vincent, che così vuole denunciare il suo stato di reclusione e di abbandono; non a caso, poi, nella parte alta del dipinto, sono ritratte due farfalle bianche che volano verso l'alto, simbolo di libertà, ma anche di purezza perdute. Questa opera è stata realizzata mentre van Gogh era degente nel manicomio di Saint-Rémy. Il soggetto non è originale, ma è tratto da un'incisione di Gustave Doré; in quel periodo, infatti, van Gogh era rinchiuso in isolamento nel manicomio, e, non avendo possibilità di dipingere all'aperto, realizzò numerose copie di stampe di vari artisti (Honoré Daumier, Jean-François Millet, e appunto Doré). Inoltre -coincidenza, questa, assai nefasta- i carcerati ritratti sono 37, proprio quanto il numero degli anni che Van Gogh avrà quando si ucciderà.

Next work: Le Tre candele, 1938 by Chagall

Le Tre candele 1938
olio su tela, cm. 130 x 96,5
Collezione privata

In this dipinto di Chagall associa il tema degli Innamorati un Quello dei fiori. La Candela, Che simboleggia la fede, rappresenta Una sorta di augurio alla coppia di sposi Giovani, Che Sembrano intimoriti e disorientati di fronte al futuro della vita in comune.